È arrivato il momento: l’idea è a un buon punto della sua fase di sviluppo, il sito sta per essere lanciato, i potenziali partner della start up attendono di conoscere i dettagli. Quello che serve è presentare al mondo il progetto al quale si è lavorato a lungo. Alla vigilia di un pitch o di un appuntamento pubblico importante, sono tante le domande che sorgono e alcune riguardano la comunicazione. Come posso parlare di quanto ho realizzato finora? Come pianificare una serie di slide tanto comprensibili quanto accattivanti? In poche parole: come dare un’ottima forma alla mia presentazione utilizzando i tools migliori?

Per fortuna il web viene incontro a quanti scelgono di archiviare il caro vecchio Power point di Microsoft e il suo fratello made in Open office, oppure di avere un’alternativa alle opzioni offerte da Google Slides.

Tra i software più famosi e creativi, ha conquistato un discreto successo Prezi. Gratuito per studenti e insegnanti, sufficientemente economico per tutte le altre categorie, offre delle soluzioni grafiche interessanti e molto diverse dalle classiche slide, con un’accentuata vocazione alla mutimedialità. Per farsi un’idea è sufficiente dare un’occhiata alla vivace community .

Se l’obiettivo prioritario è la multimedialità, invece, lo strumento da non perdere è Ludus. Ben supportato da qualsiasi device sostiene pressoché ogni embedding (dalle gif ai video) e permette perfino di utilizzare font creati ad hoc dall’utente. Il piano gratuito consente uno spazio di archiviazione fino a 1 gigabyte e offre la possibilità di lavorare in team.

Per chi non si sente ancora pronto per il grande salto e preferisce avere un template di base sul quale lavorare, Niftio ne offre diversi suddivisi in categorie facilmente identificabili, assieme a un discreto archivio di immagini.

Per quanti amano la semplicità e la grafica lineare, Slides (da non confondere con l’omonimo prodotto di Google) è un’ottima alternativa che permette anche di condividere l’abbonamento con un altro utente o un gruppo di lavoro.

Infine c’è Canva, un software gratuito molto utile per quanti si accostano ai lavori di grafica, non hanno molta dimestichezza con strumenti professionali, ma vogliono un buon risultato con poco impegno. Una volta acquisita dimestichezza, c’è la possibilità di personalizzare i modelli predefiniti di presentazioni e crearne di nuovi.

Scelto tra i vari tools? Allora non resta che sbizzarrirsi con la fantasia e scegliere font, immagini e transizioni. Serve ancora un aiuto per capire su cosa puntare e come comunicare in maniera efficace? Gli esperti di Vulcanìc sono disponibili per offrire consigli sia per gli esperti che per quanti si cimentano per la prima volta in una presentazione pubblica.

Vuoi saperne di più? Ecco come possiamo aiutarti.